CINEFORUM a Monte San Vito

PROIEZIONE del FILM LE INVASIONI BARBARICHE di Denis Arcand

Mercoledì 16 Maggio ore 21,15 c/o Centro Turistico Carlo Urbani Monte San Vito (AN)

IL DECLINO DEL SISTEMA AMERICANO: UN TEMA SEMPRE ATTUALE

LEGGI LA TRAMA DEL FILM E L’APPROFONDIMENTO DI WIKIPEDIA

LEGGI LA RECENSIONE DI TERESA LAVAGNA SU FILM UP

GUARDA IL VIDEO UFFICIALE DEL FILM

 

PROIEZIONE del FILM TRE SE’ SHALOSH di Elisabetta Minen

Mercoledì 23 Maggio ore 21,15 c/o Centro Turistico Carlo Urbani Monte San Vito (AN)

Giovedì 24 Maggio ore 21,15 c/o Casa delle Culture via Colocci, 8 Jesi (AN)

Alle serate interverrà la Regista Elisabetta Minen

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

GUARDA IL TRAILER

la trama

L’integrazione culturale, razziale e religiosa in una regione da sempre teatro di invasioni e crocevia di etnie e geografie diverse. Accade ora…Tre:
1) Mehdi, 23 anni, iraniano, musulmano
2) Pavel, 32 anni, ucraino, ebreo
3) Irene, 25 anni, carnica, cristianaIn una regione delimitata da tre confini (Italia, Austria e Slovenia), tre “stranieri” a Udine.
Mehdi è un venditore di rose. Cammina tra i tavoli, si rivolge ai clienti. Nessuno compra. Mehdi non è solerte: osserva, si guarda intorno, poi esce. In un altro locale si lascia coinvolgere da alcuni avventori che gli offrono da bere. Non rifiuta… Pavel fa il garzone in una macelleria. Introverso e poco comunicativo, ha immaginazione e perspicacia intuitiva. Un giorno incontra Irene. La ragazza è sensibile alla solitudine del ragazzo e tra i due nasce più di una amicizia…
Attorno a loro si tratteggia una vicenda “rosa” che sembra trainare l’intera trama del film…Udine è protagonista.
Una città che svela le proprie contraddizioni: chiusa nel guscio, difende ma intrappola, fa incontrare ma allontana, si apre all’altro ma si serra nella solitudine, una solitudine vissuta come àncora di salvezza, ma che in realtà affonda e affoga.
Una città inedita, osservata dall’immigrato, da un quartiere, quello di via Roma, che si chiude quasi in un ghetto.
Tre vite si intrecciano. Individualità diverse.La geometria degli incontri: punti, diagonali e lati misurano le individualità, i rapporti, le relazioni. Ad una ad una scorrono veloci le azioni, le reazioni, le relazioni.
Tra sincronicità e asincronicità, la quotidianità di tre ragazzi, colti in attimi apparentemente casuali e mescolata a quella degli altri personaggi…
Tre storie come tante.
L’interazione di vicende diverse, le azioni e il naturale fluire degli eventi, tra condizionamento, pre-determinazione, casualità, ripetitività e indifferenza.
La storia si apre a dimensioni altre, reali, surreali…

Un film sull’integrazione, culturale, razziale e religiosa in una regione di confine, da sempre teatro di guerre e di invasioni di popoli.
La convivenza. L’accoglienza?
E’ indubbio… la convivenza con lo straniero produce cambiamenti al costume, alla cultura, alla quotidianità, all’amore…

SCOPRI TUTTI GLI APPROFONDIMENTI SU ARTEMEDIA

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: