Cristian Umbro, Almeno una volta

Se dovessi scegliere una immagine con cui rappresentare questo libro, “Almeno una volta” (Ensemble, 2011) mi viene in mente il volto di Cindy Crawford. Non c’è bisogno di grandi elaborazioni mentali, tranquilli: è un viso particolare, che esalta la propria bellezza in un piccolo neo, un segno che la natura ha trasformato in vezzo. Così il libro di Cristian Umbro. È emozionante, sorprendente come le vecchie copertine dei Pink Floyd, e campestre nella semplicità logica.

Eppure, quando vi capiterà il piacere di leggerlo, scoprirete, sparsi qua e là dei difetti. Nei da opera prima, che la rendono spontanea e allontanano il pericolo di artefatto e patinato che queste occasioni regalano. La trama è un match di tennis, andare e tornare, da Genova a Roma, dalla vita, alla morte e di nuovo alla vita, in un percorso di formazione sentimentale che profuma di Settecento, di atmosfere quasi alla Lawrence Stern.

Il protagonista ha qualcosa che è fuori dal comune: è una persona sobria, anche nei momenti più cupi e drammatici. L’autore guarda con dolcezza la sua creatura, perché c’è molto del suo essere, probabilmente. Lo culla dolcemente anche nei cattivi pensieri. In fondo Umbro è un autore moderno nel suo attaccamento ai valori tradizionali; c’è molto di trasgressivo nel fuggire, per poi scoprire che è bello tornare… tornare a fare qualcosa di normale, come leggere un semplice, imperfetto e coinvolgente libro.
Almeno una volta, dovremmo provarci tutti.

Cristian Umbro è nato a Roma negli ultimi giorni di un freddo inverno del 1980. Da quello stesso giorno non ha mai smesso di amare la sua città, minacciandola più volte di abbandonarla, senza coraggio. È molto curioso, tanto da provare ogni gusto di gelato artigianale. Fotografa e dipinge, pensa e sogna. Ogni tanto scrive anche qualcosa di buono. È innamorato di troppe cose, che una semplice nota biografica non sarebbe sufficiente e a contenere. Almeno una volta è il suo primo romanzo.

www.ilrecensore.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: