Ebook Lab

Dagli editori al «pirata» informatico: tutti a Ebook Lab

Scritto da: Alessia Rastelli

«Il futuro dei libri, i libri del futuro». Si apre con questo titolo, domani a Rimini, Ebook Lab Italia, mostra-convegno dedicata ai protagonisti dell’editoria digitale. Dai librai agli editori, dai grandi distributori ai produttori di hardware, tre giorni di esposizione, seminari e laboratori – dal 3 al 5 marzo – organizzati da Rimini Fiera e dall’azienda pioniera nel campo degli ereader Simplicissimus Book Farm.
Obiettivo: andare oltre i dubbi iniziali sulla nascita e lo sviluppo dell’editoria digitale, cercando piuttosto le strategie per affrontare il nuovo fenomeno sia dal punto di vista delle tecnologie sia per quanto riguarda il mercato e il modello di business.
Utile a fare il punto della situazione, la giornata inaugurale, giovedì. Tra i relatori Cristina Mussinelli, dell’Associazione italiana editori, e Gino Roncaglia, autore di La quarta rivoluzione. Sei lezioni sul futuro del libro (Laterza). A loro si uniranno altri protagonisti, a vario titolo, del settore: da Matteo Ulrico Hoepli dell’omonima casa editrice, a Chiara De Servi di Google Italia, all’ad di Ibs.it Mauro Zerbini. 
Dispositivi di lettura e rapporto dell’ebook con il mondo della scuola, invece, alcuni dei temi in scaletta nella giornata di venerdì. «Prossimamente su quali schermi?» il titolo del confronto tra Antonio Bosio di Samsung, Alessandro Salsi di Asus e Michael Dahan di Bookeen. Parlerà di iniziative digitali legate all’istruzione, invece, Sanford Forte, già direttore del sito Usa specializzato in libri di testo elettronici, Flat World Knowledge.
Biblioteche e modelli di business, i temi dell’ultima giornata. Ne discuteranno, tra gli altri, Antonella De Robbio, coordinatrice delle Biblioteche giuridiche dell’università di Padova, e Max Whitby, ceo di Touch Press, casa editrice nata esclusivamente per gli ebook. A loro si aggiungerà Alessandro Bottoni, segretario del cosiddetto «Partito pirata», che parlerà di diritti digitali proprio dal singolare punto di vista di un «pirata» informatico. 
Fonte: www.corriere.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: