Una madre, una figlia e un amore stregone

di Giuseppe Leonelli

Al centro di questo stuzzicante romanzo, una bambina, Sara, figlia di un geniale pianista, Tommaso, e una donna bellissima, Marlene. Sara è affidata agli zii, in una villa presso Trieste. I genitori sono sempre assenti per gli impegni artistici del padre. Da un certo momento in poi, non torneranno più. Il loro matrimonio è finito. La bambina cresce sola, si va trasformando in una creatura di stregonesca bellezza e assomiglia sempre più alla madre. Nella villa si respirano vapori europei, residui di fumigazioni manniane e viscontee; non mancano accenni a motivi orchestrati dal divino Gabriele nel Trionfo della morte. Percepiamo un sentore penetrante di décadence: sentimenti aggrovigliati, un tocco di brutalità lawrenciana, l’ ombra dell’ incesto che si proietta sul ritrovato rapporto padre-figlia. Negli ultimi capitoli, la bambina ormai donna ritrova sua madre: è il momento di nuove rivelazioni. Marlene è malata, rievoca con la figlia il proprio rapporto con la madre, è forse lei la bambina mentre confida a Sara la propria voglia di amarla.

L’AMORE STREGONE

di Alberto Bevilacqua

Mondadori, p.214

Euro 18,50

Fonte: Repubblica — 05 dicembre 2009, pagina 50, sezione: CULTURA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: