Magie di Sardegna

La Bovary sarda, come il ‘Nouvel Observateur’ ha definito la scrittrice Milena Agus, colpisce ancora. Pubblicando con la fida Nottetempo ‘La contessa di ricotta’ (pp.125, E 13.50), quarto delizioso piccolo romanzo che promette di bissare il successo di ‘Mentre dorme il pescecane’ (2005), ‘Mal di pietre’ (2006) e ‘Ali di babbo’ (2008), tradotti in svariate lingue e pluripremiati dalla critica.

Anche stavolta il set è l’amata Sardegna e Cagliari, dove la scrittrice vive e insegna, città meravigliosa e verticale “con le sue salite e discese e tanti punti di vista e passaggi repentini dal buio alla luce e cambiamenti di colori secondo il vento”. Qui, nel quartiere di Castello, si erge il seicentesco palazzo ex proprietà di tre sorelle, nobildonne decadute, che ancora in parte lo abitano. Con il sogno segreto e un po’ maligno di poter ricomprare tutti gli appartamenti venduti negli anni per necessità, per la primogenita e praticona Noemi. Con l’ossessione di mettere al mondo un erede, per Maddalena dal fisico esuberante. E con le stranezze della sorella più giovane, la maldestra contessa di ricotta che dove mette le mani fa danno. Ha paura di non possedere la “visione sistemica” che dovrebbe connetterla con il mondo la meschina, ed è per questo che d’estate, in gran segreto, va al lago a fare esercizi di suicidio.

In primo piano la forza di una natura selvatica regolata da un ordine ancestrale in cui “nulla resiste. Tutto si fa e si disfa”. Un mondo in cui i tabù si mischiano con la magia. Tanto che c’è perfino una tata simil ‘accabadora’, come in Sardegna chiamano quelle donne incaricate dalla comunità di metter fine all’agonia dei moribondi. È lei che ha aumentato troppo la dose di pastiglie per la contessa madre…

di Maria Simonetti

Fonte: L’Espresso, 30 Ottobre 2009

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: