Inno alla vita con la morte

«Consiglio a tutti la lettura di Vi perdono di Angela Del Fabbro (Einaudi Stile Libero, pagg. 264, euro 16), il romanzo che ha per protagonista Miele, una ragazza che aiuta i malati terminali a morire dolcemente. Credevo di trovare un memoir o la cronaca di una storia vera. Invece ho scoperto un vero e proprio romanzo, con un suo valore letterario e una trama ben definita. Mi ha colpito soprattutto Miele, un personaggio straordinario, duro ma pieno di dubbi e contraddizioni, descritto con grande sapienza psicologica. Non puoi che innamorarti di una persona così. E poi ho apprezzato la capacità dell’ autore di tenersi lontano da una pornografia esibita del dolore. Non c’ è compiacimento nei confronti della malattia, la morte viene considerata come parte del meccanismo della vita, il romanzo stesso è un inno alla vita. Infine il libro possiede una caratteristica fondamentale: il personaggio centrale, che si nasconde e non può rivelare a nessuno quello che fa, utilizza come unica via d’ uscita il racconto di sé attraverso la scrittura. E Vi perdono diventa così anche un romanzo su come si inizia a scrivere».

di Benedetta Marietti

Fonte: Repubblica — 31 ottobre 2009   pagina 38   sezione: ALMANACCO LIBRI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: